Posted on

Cecchi: “La Juve sporca di Allegri col Lecce forse avrebbe vinto”

Il nostro Stefano Cecchi ha rispondo alle domande degli ascoltatori nel Microfono Aperto di Radio Sportiva
SUL NAPOLI – “Il Napoli non è da quinto posto, è almeno da terzo: vedo la Juventus davanti a tutti e il Napoli in grado di giocarsela con l’Inter per il secondo. L’Atalanta in grado di vincere il campionato sarebbe una bella favola, tipo quella del Verona”
SUL GENOA – “Thiago Motta è uno che riesce a correggere i suoi errori o non sa scegliere la formazione titolare giusta? Contro il Brescia per 60 minuti il Genoa non c’era, poi negli ultimi 30 è stato il più bel Genoa degli ultimi anni, aspettiamo a giudicarlo”
SULL’INTER – “Credo che l’Inter possa giocarsi lo scudetto anche se la Juventus come rosa è più forte. Conta anche la motivazione: è più difficile avere fame per chi ha vinto otto scudetti di fila rispetto a quanta ne può avere una squadra come quella di Conte. Sarri dovrà essere bravo a fare ciò che ha fatto Allegri per 5 anni, cioè tenere affamata u

Posted on

Luciano Bruni: “Il Verona non raccoglie quanto semina perchè ha bisogno di una punta”

A Radio Sportiva è intervenuto Luciano Bruni, ex calciatore fra le altre del Verona e attualmente allenatore.
“Il Parma viene da un risultato importante contro l’Inter mentre il Verona viene da una sconfitta interna col Sassuolo: è uno scontro diretto importante soprattutto per l’Hellas. Nel prossimo mercato dovrà intervenire in attacco, per mantenere la serie A ne ha bisogno. Il Verona ha giocato delle buone partite ma non ha raccolto abbastanza proprio perché davanti non ha quel potenziale importante che possa permettergli di conquistare qualche punto, mentre il Parma è molto temibile con due attaccanti pericolosi come Gervinho e Karamoh. La Juventus ha un potenziale ineguagliabile in Italia e anche quest’anno non ce n’è per nessuno anche se l’Inter farà sicuramente bene. La Sampdoria? Purtroppo quando si cambia ci vuole un po’ di tempo, Ranieri è un grande esperto e si spera trovi la chiave giusto per rimettere in piedi questa squadra. Alla Fiorentina manca un attaccante,

Posted on

Riccardo Ferri: “Inter ha ambizione, in futuro potrà togliersi soddisfazioni”

A Radio Sportiva l’ex difensore nerazzurro Riccardo Ferri ha parlato del momento dell’Inter.
“Conte sta facendo la fotografia del lavoro fatto in questi primi mesi e si accorge che qualcosa manca, ma lo sa anche la società, che però ha fatto uno sforzo straordinario per far cambiare volto a questa squadra. Penso che la società sia sempre stata coerente, è un percorso che non è ancora finito: l’ambizione dell’Inter può far sì che questa squadra possa ancora migliorare. Se ci fossero due o tre giocatori in grado di innalzare il livello qualitativo della squadra il club ci penserebbe, ma non bisogna comprare così tanto per comprare. La linea difensiva è composta da giocatori di grandi qualità, ma sono tutti centrali e chi gioca all’esterno va adattato. Delle difficoltà oggettive sono emerse: questa è una squadra che gioca a trazione anteriore e parte in pressing dall’area avversaria, e ciò fa sì che ci possano essere delle ripartenze pericolose che magari mandano in diffi

Posted on

Desolati: “Non puoi togliere un campione senza chiedergli come sta: Montella non ha rispettato Ribery con quel cambio”

In Diretta Sportiva è intervenuto Claudio Desolati, ex bandiera della Fiorentina.
“Ai miei tempi prima di un cambio l’allenatore ti chiamava e ti chiedeva come stavi. Bisogna rispettare il grande campione che è Ribery, non lo puoi togliere dopo che si è sacrificato in quel modo. Tolto per farlo riposare? Ribery gioca con carattere grinta, volontà, non è mai stanco. C’è un problema di mentalità, Montella gioca senza attaccanti, fa giocare sempre i soliti e sull’1-1 toglie Ribery. Se non fai giocare gli attaccanti è inutile che li metti alla fine, così non troveranno mai la condizione: alla Fiorentina servono una o due punte più Chiesa e Ribery a servirli. Nel calcio servono gli attaccanti. Guarda Conte, ora si lamenta perché non ha giocatori, ma ha mandato via Icardi e non perché era scarso”.

Posted on

Tricarico: “Toro piazza difficile, tante volte ci si fa prendere troppo dall’ansia”

In Diretta Sportiva è intervenuto l’ex centrocampista di Torino e Sampdoria, Fabio Tricarico.
“La piazza granata è difficile, dove la contestazione è normale amministrazione, con una vittoria può passare tutto. E’ un momento in cui rimboccarsi le maniche e stare uniti.
Sicuramente Mazzarri ha questo sistema di gioco non è uno a cui piace partire in attacco, quando si è scelto però si sapeva e qualcosa di buono lo aveva fatto: potrebbe essere più propositivo, ma ora quello che conta sono i risultati. Da fuori spero e mi auguro possano ritrovare la serenità perché nel Torino tante volte ci si fa prendere troppo dall’ansia. Il calendario è difficile, ma il Toro è nato per soffrire.
A volte vai in difficoltà senza neanche accorgertene, non è facile riprendersi ma la Samp ha tutte le qualità per farlo. Ora ci sono due scontri diretti (con Lecce e Spal a Ferrara, ndr), il Doria non è abituato a lottare per salvezza e rischia di farsi prendere dal nervosismo”.

Posted on

Carannante: “Nel Napoli qualcosa non va: in Champions gioca, poi contro le squadre piccole si perde”

In Diretta Sportiva è intervenuto Antonio Carannante, ex difensore del Napoli.
“E’ mancata cattiveria, la squadra sta mancando sempre gli appuntamenti. Qualcosa c’è che non va, in Champions gioca, poi contro le squadre piccole si perde. Anche l’anno scorso col Chievo con cui poi fece 0-0 la squadra non andò in ritiro e a Napoli non va bene: qui non siamo al Nord e bisogna rimanere concentrati.
Ancelotti lo dica se punta solo sulla Champions, Sarri lo disse che puntava sul campionato, lui però ha detto che la campagna acquisti è stata da 10 e che il Napoli se la può giocare in tutte le competizioni.
L’Atalanta ci ha sempre fatto brutti scherzi ma almeno la squadra sarà concentrata: sarà una partita chiave per entrambe”.

Posted on

Biasin: “Guardiola dice che Sarri è un maestro? Lo dice a tanti, è un gran paraculo”

Nel Microfono Aperto per rispondere alle domande degli ascoltatori è intervenuto Fabrizio Biasin.
“In questo momento il Toro fa fatica, seppur con una squadra che sta bene come il Cagliari, devi cambiare marcia.
Sul fuorigioco di Lukaku polemiche inutili: se ci mettiamo a discutere la tecnologia e pensiamo ci sia un pc indirizzato siamo alla frutta. Dare via Icardi,Perisic e Nainggolan non è stato un errore ma una decisione presa a monte. Che Icardi segni è buona notizia per l’Inter per incassare il riscatto. Conte sa che per raggiungere la Juve il percorso è ancora lungo, non credo a gennaio si possano fare grandi stravolgimenti.
Il problema sono le prestazioni, il Milan ha regalato due gol, puoi perdere a Roma ma non così, non te lo puoi permettere. La classifica è molto brutta: mio padre milanista dal 1936 mi ha detto ‘io ho visto la B ma una situazione così non la ricordo’.
Lukaku è brutto da vedere ma fa un altro tipo di lavoro che ha già portato 6 gol e se Co

Posted on

Coach Rovigo rugby: “Mai vista una partita come quella fatta dall’Inghilterra contro gli All Blacks”

In Passione Sportiva è intervenuto il coach del Rugby Delta Rovigo, Umberto Casellato, per parlare della finale della Coppa del mondo, Inghilterra-Sudafrica.
“Il Sudafrica non pensavo arrivasse in finale, pensavo ad un ultimo atto tutto dell’emisfero nord ma il Galles è arrivato con molti infortunati ed a corto di energie anche se ha lottato fino alla fine anche in semifinale. L’Italia si è battuta fino a che è rimasta in parità numerica col Sudafrica che nell’ultimo periodo è stata la squadra più completa. Per me però l’Inghilterra è la favorita, è in una forma incredibile, in 45 anni non ho mai visto una partita come quella fatta con la Nuova Zelanda, hanno fatto un solo errore su cui hanno subito meta. In questa condizioni è quasi imbattibile.
Per noi in campionato sta andando molto bene, l’obiettivo è di arrivare in fondo, abbiamo allargato la rosa, con 35 giocatori tutti titolari, l’anno scorso siamo arrivati corti alla finale. Abbiamo un gruppo giovane e questo

Posted on

Paci: “Montella doveva provare a mettere una punta: ma esiste Pedro? Torna in forma a giugno?”

Nel Bar Sport è intervenuto l’attore comico e tifoso viola Alessandro Paci.
“Sono dispiaciuto. Nell’ultima mezz’ora ha attaccato sempre la Lazio non si può aspettare sempre, come è successo con l’Atalanta, doveva provare a mettere una punta: ma esiste Pedro? Torna in forma a giugno?”.
“Sul secondo gol l’arbitro poteva andare a rivedere, ma è anche vero che forse c’era un rigore per la Lazio nel primo tempo. Se viene il capitano e ti dice vai a vedere ma vacci! Finché le regole son queste sbagliano quelli della Var a non chiamarlo.
Ribery? Lo vedevo che brontolava… mi spiace perché senza di lui la Fiorentina non avrebbe segnato nemmeno un gol: vediamo almeno se ora che Frank verrà squalificato mette una punta. Boateng? Lo vedo bello in carne, non è facile per uno della sua età con quella stazza fare 90 minuti, ma è sempre Boateng.
Castrovilli non sapevo nemmeno chi fosse, ora me lo aspetto in Nazionale: non può Mancini non chiamarlo. Tonali alla Fiorentina? Maga

Posted on

Fiorio (ex ds Ferrari): “Binotto rispetto ai suoi predecessori ha reso di nuovo la macchina competitiva”

Nel Processo di Radio Sportiva è intervenuto l’ex ds della Ferrari, Cesare Fiorio, per commentare il gp del Messico di Formula Uno.
“La disamina di Binotto è impeccabile, l’importante è la ritrovata competitività delle macchine, l’anno scorso perdevano perché le Mercedes erano più forti non per le strategie. Se sei in testa è giusto non fare scelte estreme come quelle della Mercedes.
Binotto ha un gran vantaggio rispetto ai suoi predecessori: con la sua capacità tecnica ha sviluppato e reso di nuovo competitiva la macchina, se poi chi si occupa delle strategie sbaglia non dipende da lui.
E’ ingiusto prendersela con Leclerc, ragazzo di 22 anni lla seconda stagione in Formula Uno, il futuro è dalla sua parte”.